Ricerca Gallerie Mostre I nostri link Collane Periodici Catalogo 2013 Home Chi siamo
Primo piano

Altre Visioni n.149

«Non tutti vissero felici e contenti»
Emma Dante tra fiaba e teatro

Simona Scattina
Euro 19.00
scheda libro »

Altre Visioni n.148

Alla ricerca di un teatro perduto
Giovanni Poli e la neo-Commedia dell’Arte

Giulia Filacanapa
Euro 18.00
scheda libro »

Strade Blu n.11

L’euritmia, una danza non danza
Percorsi tra arte, didattica e terapia

Heike Cantori Wallbaum
Euro 26.00
scheda libro »

Lo Spirito del Teatro n.98

Incanti
Tre testi di teatro per ragazzi ad uso dei grandi

Valerio Valoriani
Euro 18.00
scheda libro »

Lo Spirito del Teatro n.97

L'eccidio
Oratorio a tre voci

Riccardo Cardellicchio
Euro 10.00
scheda libro »

Altre Visioni n.147

Il teatro è un giardino incantato dove non si muore mai
Intorno alla drammaturgia di Franco Scaldati

a cura di Valentina Valentini
Euro 16.00
scheda libro »

Lo Spirito del Teatro n.96

Una vita straordinaria
Il teatro di Riccardo Goretti dal 2011 al 2018

Riccardo Goretti
Euro 15.00
scheda libro »

Lo Spirito del Teatro n.95

Monologhi

Chiara Guarducci
Euro 12.00
scheda libro »

Altre Visioni n.146

Teatro in alta sicurezza

Mimmo Sorrentino
Euro 15.00
scheda libro »

Lo Spirito del Teatro n.94

Dopo Salò
una trilogia teatrale sull’Italia dalla caduta di Mussolini all’avvento di Berlusconi

Gianfranco Pedullà
Massimo Sgorbani
Euro 18.00
scheda libro »

Altre Visioni n.145

Scenari del terzo millennio
L’osservatorio del Premio Scenario sul giovane teatro

a cura di Cristina Valenti
Euro 18.00
scheda libro »

Lo Spirito del Teatro n.64

Occidental Express

Matéï Visniec
Euro 10.00

Data di pubblicazione: maggio 2012

“Occidental Express” contrappone due dinamiche di spostamento: quella dell’Orient Express, il mitico treno emblema del lusso occidentale, e quella dell’Occidental Express, che non è propriamente un treno, ma un formicolante flusso migratorio di corpi e menti verso i più vicini epicentri del modello americano, i paesi della comunità europea. Descrivendo questa folla di identità sradicate e nuovi apolidi, Visniec compone un animato affresco dove appaiono prostitute e soldati, laureandi e professori, musicisti e attori, migranti e prigionieri. La pièce si articola in tredici scene prevalentemente autonome, ma aperte e concluse dalle peripezie di un vecchio cieco che proietta sugli scenari contemporanei l’ombra di Edipo e della sapienza tragica. Visniec osserva l’Occidente dal punto di vista dei paesi dell’Est, e rappresenta i paesi dell’Est nell’atto di perseguire il miraggio occidentale e svalutare i propri linguaggi nativi. In questa pièce, tutti sono minacciati e sul punto di affondare, in compenso, non ci sono zone di negatività assoluta. Con lievità e felice senso del grottesco, l’autore ritrae un’umanità quasi sfigurata dall’assimilazione di modelli e miraggi indotti, che tuttavia non ne cancellano né quel pensare piccolo, che aiuta a mantenersi a galla fra i rischi del vivere, né quel pensare visionario, che fa capire dove siamo e dove stiamo andando. Come tutto il teatro di Visniec, anche questa pièce è un agile e intenso manuale di sopravvivenza e “resistenza culturale”. “Occidental Express” viene qui edito per la prima volta. Alla lettura del testo è possibile affiancare la visione dell’allestimento con la regìa di Gianpiero Borgia dal link www.youtube.com/watch?v=ZHInEiDzyms.

Scarica la scheda in pdf
Le prime 16 pagine del libro

Altre informazioni
traduzione a cura di Gianpiero Borgia in collaborazione con il cast
saggio introduttivo di Gerardo Guccini

L X H: 13,5 x 20,5; CONFEZIONE rilegato in brossura; COPERTINA patinata opaca, quadricromia; INTERNO b/n; 2012, pp. 112
ISBN: 978-88-7218-340-3